Categorie

Archivio

ECOLOGIA INTEGRALE DOPO IL CORONAVIRUS

 

Il 18 giugno 2015 veniva pubblicata la lettera Enciclica “Laudato sì” sulla cura della casa comune. Dopo cinque anni ritorna di attualità sia perchè Papa Francesco ha indetto un anno di riflessione sui temi affrontati che saranno al centro della Settimana sociale dei cattolici italiani prevista nel novembre 2021 sia perchè nelle scorse settimana Mario Toso ha pubblicato con la Società Cooperativa Sociale Frate Jacopa di Roma il volume: “Ecologia integrale dopo il Coronavirus“.

Il vescovo di Faenza-Modigliana, già Rettore dell’ Università Pontificia Salesiana e Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, rilegge l’Enciclica, alla quale ha collaborato, alla luce della pandemia Covid-19 sottolineando come i mesi scorsi abbiano drammaticamente confermato come ecologia umana e ecologia ambientale siano strettamente connessi.

Un altro testo, che si consiglia fortemente di acquistare e leggere, è “La cura della casa comune” edito di recente dalla Fondazione Italiana di Bioarchitettura attraverso la Libreria Editrice Fiorentina con introduzione del Segretario generale della CEI mons. Stefano Russo. “Se vogliamo proteggere il pianeta Terra – scrive in apertura Wittfrida Mitterer – dobbiamo passare dalla visione egocentrica dell’uomo moderno ad un altruismo condiviso, universale”. Parlare di ambiente e manifestare nelle città non è però sufficiente: occorre investire in tutto quello che è sostenibile creando competenze e nuova occupazione.

A chi cerca lavoro, a chi vuole cambiarlo o a chi lo ha perso e vuole reinventarsi nell’ecologico viene in aiuto un altro recente e interessante libro: “100 green jobs per trovare lavoro“, guida alle professioni sicure, circolari e sostenibili, scritto da Tessa Gelisio e Marco Gisotti per le Edizioni Ambiente, con presentazione del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Il volume si conclude con utili consigli per imparare a navigare nel mondo del lavoro a cura di Angela Maria Di Luise.

PER LA SERIE, LA CULTURA DEL FOSSO: INTERESSANTE ARTICOLO SUL PADULE DI FUCECCHIO DI FRANCO POLIDORI, PRESIDENTE DI ARGA TOSCANA

La presentazione di “Le Nostre Radici” di Franco Polidori – Presidente di ARGA Toscana

Presentazione WEB Le Nostre Radici di Franco Polidori
www.youtube.com

https://youtu.be/j_ZDopcfGOk

Webinar Argav-Unaga su “Zoom” SALVAGUARDIA DELLA BIODIVERSITÀ AGRARIA E FORESTALE – Venerdì, 19 Giugno 2020 – Ore 18:00-19:30

L’invito del presidente di ARGAV del Veneto per questo interessante appuntamento organizzato insieme ad UNAGA che prelure alla ripresa delle attività …dal vivo.

“Eccoci alla nostra terza videoconferenza,cui ovviamente vi chiediamo di partecipare; contestualmente informiamo che probabilmente potremo tornare ad incontrarci l’ultimo venerdì di Giugno al Circolo Wigwam di Arzerello di Piove di Sacco (segnatelo in agenda, ma seguirà, nel caso, specifico invito).

Intanto, ci vediamo venerdì su Zoom! A presto.

Il Presidente (Fabrizio Stelluto)”

Cos’è la biodiversità? Tanti ne parlano, spesso riferendosi solo alla biodiversità dell’Amazzonia o di altri luoghi esotici, ma in realtà è a rischio anche quella di casa nostra, a partire dalla biodiversità agraria e forestale.

Il tema è al centro del prossimo videoincontro organizzato da A.R.G.A.V. (Associazione dei Giornalisti Agroambientali di Veneto e Trentino Alto Adige) e UNAGA (l’Unione Nazionale della categoria) grazie alla collaborazione con Veneto Agricoltura.

L’invito è pertanto a raggiungerci su Zoom.us per

“SALVAGUARDIA DELLA BIODIVERSITA’ AGRARIA E FORESTALE: CUORE PULSANTE DELLE STRATEGIE AMBIENTALI LOCALI, NAZIONALI E DELL’UE”

Venerdì 19 giugno 2020 – Ore 18:00-19:30

Interventi:

“LA BIODIVERSITÀ IN POCHE PAROLE”

Giustino Mezzalira, direttore della Sezione Ricerca e Gestioni Agro-Forestali di Veneto Agricoltura

“API E BIODIVERSITÀ AGRARIA”

Lorenzo Furlan, dirigente del Settore Ricerca Agraria di Veneto Agricoltura, esperto internazionale di difesa integrata

“LA BIODIVERSITÀ FORESTALE”

Antonio Brunori, segretario generale del PEFC Italia, direttore responsabile della rivista online Ecodelleforeste.it

Conduce: Mimmo Vita, giornalista e presidente del CTS di UNARGA

Per partecipare al webinar vi sono possibilità:

1) cliccare sul link https://us02web.zoom.us/j/85132432646 scaricando così l’app (in automatico) di Zoom su pc o su cellulare e accedendo alla stanza virtuale del webinar

2) entrare nel sito www.zoom.us, accedere alla sezione “Join a Meeting” (a destra nel menù principale) e inserire la user ID 851 3243 2646

NOTA BENE: la sessione prenderà avvio appena gli organizzatori si saranno collegati, intorno cioè alle 17:50, l’accesso dei partecipanti alla stanza virtuale avverrà comunque alle ore 18:00

Brevettato in Italia il macchinario Pass: primo compatto al mondo per differenziare rifiuti e produrre biogas

(di Enrico Della Torre, Cts Arga Emilia Romagna)

E’ stato brevettato nel bolognese, a Gaggio Montano, l’innovativo macchinario per pre-trattare e trasformare i rifiuti organici in biogas; denominato Pass, è stato progettato e realizzato dalla Palmieri Group, azienda tra i leader mondiali nei settori di utensili, tunnel, miniere e macchine riciclaggio. Si tratta di un progetto avveniristico poichè riduce da cinque macchinari per il trattamento di questo rifiuto ad uno solo compatto, di circa 10×3 metri. Una novità che pone l’attenzione verso l’eco-sostenibilità e che individua una soluzione semplice per lo smaltimento dei rifiuti, attuabile in tutti gli impianti. Da solo il macchinario separa rifiuti plastici e ferrosi, con una resa di 15 tonnellate l’ora, fino ad arrivare a spremere la parte “molle” restante in una purea che, immessa in bio-digestori, è pronta ad essere utilizzata per produrre biogas. Pass è dotato delle più moderne e avanzate tecnologie, completamente automatizzato è composto da più moduli: un modulo di pretriturazione, posto nella parte superiore della macchina ed un gruppo di spremitura; tra i due moduli può essere aggiunto un modulo deferrizzatore. La macchina infatti viene alimentata dall’alto, tramite appositi sistemi di carico; il rifiuto entra in una zona di pretriturazione, regolabile secondo il tipo di rifiuto, e a caduta passa successivamente in una vasca che alimenta a sua volta il gruppo di spremitura.”Pass è stato concepito per migliorare l’efficienza operativa e produttiva all’interno degli impianti di trattamento dei rifiuti – commenta Stefano Palmieri, Presidente Palmieri Group – è versatile, compatta, robusta e grazie alla facile accessibilità a quasi tutte le parti della macchina, risulta molto semplice anche la sua manutenzione”.
Il Sindaco di Gaggio Montano, Maria Elisabetta Tanari, ci ha dichiarato: “Siamo orgogliosi che questa macchina, unica nel suo genere, sia nata nel nostro Comune; auspichiamo la piu’ ampia diffusione perchè permetterà di innescare un ciclo virtuoso dei rifiuti trasformandoli in risorsa in un’ ottica eco-sostenibile”. Il primo macchinario è stato messo in funzione in provincia di Pavia e, nel mese di giugno, un secondo macchinario partirà per la Croazia.

UNAGA collabora al Concorso fotografico del MIPAAF per valorizzare gli alberi monumentali italiani

Lo S’Ozzastru è il re degli ulivi in assoluto e si trova in Sardegna

Il patrimonio naturalistico italiano conta oltre 3200 alberi monumentali, meglio conosciuti come i “patriarchi”. Per valorizzarli il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – Direzione generale dell’Economia montana e delle Foreste, ha indetto un suggestivo concorso fotografico denominato “Rimettiamoci in cammino”, indetto in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente. La scadenza è il 15 ottobre 2020.
Essenziali le regole: i soggetti dovranno essere solo ed esclusivamente gli alberi monumentali inscritti all’Elenco ufficiale, disponibile sul sito del MIPAAF; le foto dovranno mettere in risalto elementi di pregio e mostrare l’esemplare sia nel suo insieme che nei particolari più peculiari; gli scatti – massimo tre – dovranno essere accompagnati da un breve testo che descriva la relazione che intercorre tra l’albero, il

La Quercia di Pinocchio che si trova nel Parco di Villa Carrara a Capannori (LU)

luogo e la comunità in cui è radicato, storie e leggende o, comunque, le particolarità che lo rendono unico. Le foto giudicate più significative saranno premiate diventando così le immagini del Calendario AMI 2021 e verranno pubblicate sul sito del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nella sezione “Alberi monumentali” per rimarcare, come ha sottolineato la Ministra Teresa Bellanova, l’impegno a farli conoscere e a preservarli.
Oggetto del concorso sono gli AMI – Alberi monumentali d’Italia, presenti nell’Elenco nazionale redatto ai sensi della Legge n. 10/2013 e del Decreto 23 ottobre 2014 e disponibile sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali alla pagina https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/15290 .
Ogni concorrente potrà presentare un massimo di tre fotografie di cui due dell’albero intero, una verticale e una orizzontale, e una di dettaglio.
Testo e fotografia potranno essere inviate al MIPAAF entro il 15 ottobre 2020, all’indirizzo difor4@politicheagricole.it e, p.c., all’indirizzo ami.progetto@gmail.com.
L’intero Regolamento, da leggere con la massima attenzione, si trova nel sito ufficiale del Ministero: www.politicheagricole.it nell’area “Comunicati stampa“. 

 

RIFORMA, PROBLEMI DELLA CATEGORIA E FORMAZIONE AL CENTRO DEI LAVORI DELLA GIUNTA UNAGA

 Il distanziamento non ferma il giornalismo specializzato. Alla Giunta UNAGA, convocata in sessione virtuale, hanno partecipato il 29 maggio il Presidente Roberto Zalambani, il Segretario Generale Gian Paolo Girelli, il Presidente del Comitato Tecnico Scientifico Mimmo Vita, la vice Presidente Geppina Landolfo, la responsabile dei rapporti internazionali Lisa Bellocchi e il Tesoriere nonchè responsabile del sito e di sede Efrem Tassinato. Il vice Presidente vicario Donato Fioriti ha inviato una memoria scritta sui punti all’ordine del giorno.

E’ stato auspicata una differente proporzione tra iscritti al Sindacato e Arga regionali per consentire anche alle realtà piu’ piccole di avere una propria rappresentanza. Sono stati affrontati i problemi piu’ urgenti che hanno di fronte gli enti di categoria: FNSI, Ordine, INPGI e CASAGIT, e gli impegni a sostegno dei colleghi in questa fase eccezionale di crisi. E’ stata valutata positivamente la sperimentazione di piattaforme virtuali di convegni e formazione a distanza proposte da ARGAV, La Federazione mondiale IFAJ si appresta al rinnovo delle cariche mentre il network europeo ENAJ terrà i direttivi on line.

Consolidati i rapporti con i Ministeri delle Politiche Agricole e dell’Ambiente e con la FAO che inviano all’UNAGA in tempo reale tutti i comunicati e le convocazioni stampa. Successo di alcune attività promozionali della professionalità dei colleghi: il ChièChi dell’alimentazione e del gusto italiano edito da Crisalidepress di Milano e la Giornata mondiale della bicicletta promossa dall’ ONU.

E’ stato auspicato che si possa realizzare un’ immagine coordinata tra UNAGA e le Arga sia a livello di tessere che di vetrofanie. E’ stato infine deciso di tenere il prossimo Consiglio nazionale a Roma nel mese di settembre in presenza, se l’emergenza Covid 19 lo consentirà; in caso contrario l’incontro si svolgerà su una piattaforma virtuale.

I GIORNALISTI SPECIALIZZATI HANNO PROMOSSO LA GIORNATA MONDIALE DELLA BICICLETTA

L’Italia è il maggiore produttore d’Europa di biciclette e si stimano in un milione le vendite nel primo semestre di quest’anno.

Sono dati rilasciati dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa in occasione della Giornata mondiale svoltasi il 3 giugno e che UNAGA ha promosso con un’iniziativa originale che ha trovato adesioni in molte regioni: un album di fotografie di colleghe e colleghi, pubblicato a puntate su questo nostro ufficiale giornale on line.

“Poter percorrere, per chi ne ha possibilità – ha affermato il Ministro – il tragitto casa-lavoro e quello casa-scuola in

modo sostenibile, vuol dire affrontare finalmente il tema dello spostamento in modo sostenibile con una mobilità attiva che contribuisce ad abbattere le emissioni inquinanti, a migliorare la qualità dell’aria. Piu’ mobilità sostenibile significa miglioramento della qualità della vita nelle città,meno problemi di salute, meno morti per l’aria inquinata”. Numerosi Comuni stanno proponendo bandi per la realizzazione di ciclovie e piste ciclabili contando sugli oltre 300 milioni di euro messi a disposizione dal Governo.

“Avvicinandoci a un’estate che sarà ancora caratterizzata dalla prudenza e dal distanziamento sociale- ha dichiarato il Presidente di UNAGA Roberto Zalambani – grazie alla bicicletta molte persone, soprattutto giovani, potranno progettare giornate all’insegna del turismo rurale e dei luoghi pedemontani di accoglienza. Noi giornalisti specializzati, siamo impegnati a promuovere progetti per migliorare la salute delle persone in sicurezza e all’aria aperta”.

 

 

APPUNTAMENTO IL 5 GIUGNO 2020 – ORE 18:00-19:30 COL WEBINAR ARGAV E UNAGA: UOMO E MONTAGNA: UN CASO DI DISTANZIAMENTO SOCIALE?

A.R.G.A.V. e U.N.A.G.A., in collaborazione con l’ASSOCIAZIONE MOUNTAIN WILDERNESS sono lieti di invitarti alla videoconferenza:

UOMO E MONTAGNA: UN CASO DI DISTANZIAMENTO SOCIALE?

L’appuntamento è per venerdì 5 giugno 2020 dalle ore 18:00 alle ore 19:30  sulla piattaforma Zoom al seguente link:

https://us02web.zoom.us/j/88947346374

Intervengono: Giancarlo Gazzola, vicepresidente Mountain Wilderness; Carlo Alberto Pinelli, archeologo, regista, scrittore, docente universitario; Francesco Tomatis, filosofo e docente universitario; Luigi Casanova, giornalista.

Modera Fabrizio Stelluto, giornalista e Presidente di ARGAV.

OGGI 3 GIUGNO 2020: GIORNATA MONDIALE DELLA BICICLETTA, I NOSTRI GIORNALISTI IN BICI DI MESTRE, BARLETTA, GRANAROLO DELL’EMILIA E SANT’ANGELO DI BROLO

 OGGI 3 GIUGNO 2020 si celebra la Giornata mondiale della bicicletta istituita dalle Nazioni Unite per valorizzare questo mezzo di trasporto salutare e sostenibile. I giornalisti dell’ambiente e delle energie pulite di UNAGA-FNSI e …dintorni, desiderano sensibilizzare l’opinione pubblica e la stessa categoria degli operatori dell’informazione sull’ importanza di utilizzare sempre più diffusamente la bicicletta come mezzo di locomozione, per fare turismo, per tenersi informa o anche solo per puro svago. Da soli e/o in compagnia.

Ecco le istantanee di oggi e di tutti i tempi, di gente che scrive e comunica per le nostre comunità e, più in generale per gli altri, inforcanti le due ruote a pedali.

Insieme alla direzione della testata web UnagaNews.org sono partner dell’iniziativa la Rete associativa ecologista Wigwam,  riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, e la Rete Viviappennino.

I giornalisti che volessero aggiungersi al pedalare con noi saranno i benvenuti, basterà inviare alla redazione di UnagaNews c/o segreteria@wigwam.it una loro foto in formato .jpg o .png con nome e cognome e regione di residenza.

Roberto Zalambani (Presidente di UNAGA)