Categorie

Archivio

NAPOLI: IL PREMIO LANDOLFO HA VALORIZZATO LA PROFESSIONALITA’ DI TANTI GIOVANI GIORNALISTI. TUTTI I PROTAGONISTI DI UNA CERIMONIA DI ALTO LIVELLO

 

Cosa significa essere giornalista e fare informazione al tempo dei social network con la crisi della carta stampata e dei classici mezzi di comunicazione?

Attorno a questo tema si è sviluppato il dibattito che ha preceduto la cerimonia dell’undicesima edizione del Premio di giornalismo “Francesco Landolfo” che si è celebrata il 18 novembre 2022 all’Istituto di Cultura Meridionale di Napoli, presieduto dall’avvocato Gennaro Famiglietti. Incisivi gli spunti di riflessione offerti dagli interventi del Presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, Carlo Bartoli, del Direttore de “Il Mattino”, Francesco de Core, del Direttore responsabile del “Roma”, Pasquale Clemente, e del Presidente UNARGA, Roberto Zalambani, moderati dal Direttore editoriale del “Roma”, Antonio Sasso. Passione e impegno civile le cifre del giornalismo di ieri e di oggi sull’esempio di Franco Landolfo, la cui figura professionale e umana è stata tracciata dal segretario del Sindacato Unitario Giornalisti Campania, Claudio Silvestri, che ha portato i saluti del Presidente della FNSI, Beppe Giulietti, e dal Presidente dell’Ordine regionale dei giornalisti, Ottavio Lucarelli. Spazio ai ricordi negli interventi di Mimmo Rubio, cronista costretto a vivere sotto scorta per le minacce subite dalla camorra, e del decano dei giornalisti campani, Umberto Belpedio. Geppina Landolfo, figlia di Francesco e Presidente dell’ARGA Campania, ha sottolineato la grande partecipazione al premio con oltre 40 servizi giornalistici arrivati da tutta Italia. Nella sala gremita da tanti colleghi anche il vicepresidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, Angelo Baiguini e i consiglieri nazionali Valentino Losito e Maurizio Paglialunga. Il premio “Francesco Landolfo” quest’anno è stato assegnato a “Così il futuro scorre tra due fiumi” di Mariateresa Conte (La Città); “Per chi brucia la Campania” di Raffaele Sardo (Venerdì di Repubblica); “Cozze e uccelli sul Lago Fusaro” di Maria Luisa Cocozza (L’Arca di Noè, Tg5); “Eccellenze gastronomiche a km 0 per valorizzare le aree interne della Campania” di Nello Di Costanzo (Buongiorno Regione, Tgr Rai Campania); “L’insalata di rinforzo e la papaccella a rischio estinzione” di Antonella Laudisi (Il Mattino.it); “Colata di fango a ogni pioggia, la paura dei residenti di via Campagna a Fuorigrotta” di Antonio Sabbatino (InterNapoli.it). Targa Gianpaolo Necco a “Cosa insegna la terribile alluvione delle Marche” di Luana Spernanzoni (OmnisMagazine.com). Menzioni speciali a: “Storie di ricerca: dalla pizza alla chirurgia, la robotica è eccellenza napoletana” di Enrico Parolisi (Fmag.it); “Schiaffo alla mobilità, la pista ciclabile green rischia di non nascere” di Andrea Ripa (Metropolis); “Spazzatura spaziale, Napoli nel piano internazionale” di Mattia Ronsisvalle (Roma).

Un riconoscimento per i 25 anni di attività dell’Istituto di Cultura Meridionale è stato assegnato all’avvocato Gennaro Famiglietti.

UNARGA PARTECIPA ALLA PREMIAZIONE DI 10 IMPRENDITRICI DI TALENTO IL 26 NOVEMBRE A BOLOGNA, SELEZIONATE DA EWA CON EIT FOOD E FUTURE FOOD INSTITUTE

EWA | Empowering Women in Agrifood è un programma imprenditoriale della durata di 6 mesi, promosso da EIT Food e finalizzato allo sviluppo di soluzioni innovative alle sfide del momento per il settore agroalimentare.

Più precisamente, 130 imprenditrici di talento provenienti da 13 Paesi con tassi di innovazione modesti o moderati (Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Portogallo, Spagna e Turchia) hanno accesso a formazione, mentoring, business coaching e opportunità di networking.

Il programma italiano di EWA è stato organizzato congiuntamente da EIT Food, l’iniziativa leader in Europa per l’innovazione alimentare, il cui obiettivo principale è rendere il sistema agroalimentare più sostenibile, sano e affidabile, e dal Future Food Institute. 10 imprenditrici italiane con progetti nel settore agroalimentare sono state seguite da mentor esperti con un programma di 6 mesi che le ha portate a realizzare le loro idee innovative.

Dopo le opportunità di formazione, mentoring e networking offerte, è arrivato il Pitch Day: una gara di pitching che individuerà le due migliori idee italiane con un premio rispettivamente di 10.000 e 5.000 Euro.

La struttura dell’evento sarà la seguente:

  • 09:00 – 10:00 | Panel “Feeding the Planet, Energy for Life“, moderato da Sara Roversi (Presidente e Fondatrice del FFI);
  • 10:00 – 12:30 | EWA Pitching Competition tra le 10 imprenditrici che hanno partecipato al progetto;
  • 12:30 – 13:00 | Cerimonia di premiazione.

Il Pitch Day si svolgerà sabato 26 novembre 2022 a Bologna presso la Scuderia Future Food Living Lab, Piazza Giuseppe Verdi 2, dalle ore 9:00 alle 13:00. Interverrà il Presidente di UNARGA Roberto Zalambani.

VENERDI’ 18 NOVEMBRE A NAPOLI LA CONSEGNA DEL PREMIO LANDOLFO DI GIORNALISMO ANCHE NEL RICORDO DI GIAMPAOLO NECCO

Francesco Landolfo

Venerdì 18 novembre 2022 alle ore 11:00 a Napoli, presso la sede dell’Istituto di Cultura Meridionale (via Chiatamone 63, Palazzo Arlotta) si terrà la cerimonia di consegna del Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”. Saranno presenti: il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Bartoli; il Presidente nazionale UNARGA, Roberto Zalambani; il Direttoredel “Roma”, Antonio Sasso; il Direttore de “Il Mattino”, Francesco de Core; il Presidente dell’Ordine regionale dei giornalisti, Ottavio Lucarelli; il segretario del Sindacato Unitario Giornalisti Campania, Claudio Silvestri; la Presidente dell’ARGA Campania, Geppina Landolfo

Giampaolo Necco

Il Premio, giunto alla undicesima edizione, ricorda e valorizza l’impegno nella professione di Francesco Landolfo, segretario dell’Ordine dei giornalisti della Campania, già vicedirettore del quotidiano “Roma”, fondatore e presidente dell’ARGA Campania (associazione regionale giornalisti ambiente e agroalimentare), scomparso nel 2006.  Nell’ambito del premio viene anche assegnata una targa in ricordo di Gianpaolo Necco, consigliere nazionale FNSI e UNARGA, a cui si deve il rilancio delle attività dell’ARGA Campania. Quest’anno un riconoscimento speciale va a Gennaro Famiglietti: avvocato cassazionista, Presidente e fondatore dell’Istituto di Cultura Meridionale, da venticinque anni costantemente impegnato nell’intensa attività di diffusione dei valori della cultura, del giornalismo, dell’arte, dell’economia e della diplomazia internazionale.

La Giunta UNARGA tenutasi a Napoli nel 2018 con Giampaolo Necco

Di seguito i premi assegnati dalla giuria. Carta stampata (ex aequo): “Così il futuro scorre tra due fiumi” di Mariateresa Conte (La Città); “Per chi brucia la Campania” di Raffaele Sardo (Venerdì di Repubblica).  Radio-televisione (ex aequo): “Cozze e uccelli sul Lago Fusaro” di Maria Luisa Cocozza (L’Arca di Noè, Tg5); “Eccellenze gastronomiche a km 0 per valorizzare le aree interne della Campania” di Nello Di Costanzo (Buongiorno Regione, Tgr Rai Campania). Web (ex aequo): “L’insalata di rinforzo e la papaccella a rischio estinzione” di Antonella Laudisi (Il Mattino.it); “Colata di fango a ogni pioggia, la paura dei residenti di via Campagna a Fuorigrotta” di Antonio Sabbatino (InterNapoli.it). Targa Gianpaolo Necco a “Cosa insegna la terribile alluvione delle Marche” di Luana Spernanzoni (OmnisMagazine.it). Menzioni speciali a: “Storie di ricerca: dalla pizza alla chirurgia, la robotica è eccellenza napoletana” di Enrico Parolisi (Fmag.it); “Schiaffo alla mobilità, la pista ciclabile green rischia di non nascere” di Andrea Ripa (Metropolis); “Spazzatura spaziale, Napoli nel piano internazionale” di Mattia Ronsisvalle (Roma).

Il premio è indetto dal quotidiano “Roma”, dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania,  dall’Ordine dei Giornalisti della Campania e dall’ARGA Campania con il patrocinio morale dell’Ordine nazionale dei Giornalisti e della FNSI.  La giuria è composta da Antonio Sasso e Pasquale Clemente, direttori del quotidiano “Roma”; Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania; Claudio Silvestri, segretario del Sindacato Unitario Giornalisti Campania; Geppina Landolfo, Presidente ARGA Campania e vicepresidente nazionale UNARGA; Antonella Monaco, consigliere nazionale UNARGA; Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale.

Per info e contatti: Geppina Landolfo

 

 

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ENERGETICA HA INCONTRATO LA PRESIDENZA DI UNARGA FNSI A ECOMONDO DI RIMINI

Nella giornata conclusiva di Ecomondo e Key Energy, le più importanti manifestazioni espositive italiane della green economy per circolarità e rinnovabili, il Presidente e il vice Presidente vicario di UNARGA Roberto Zalambani e Fabrizio Stelluto hanno incontrato il Ministro per l’Ambiente e la Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin in visita a Iegexpo di Rimini Fiera. La mattinata dell’11 novembre 2022 del Ministro e dei suoi collaboratori ha avuto il momento centrale nell’ incontro con la stampa nel corso del quale i vertici di UNARGA hanno avuto possibilità di un primo contatto con il portavoce Emanuele Raco e con l’esperto economico Roberta Toffanin a cui dovrebbe seguire un incontro a Roma nei prossimi mesi.

I giornalisti di UNARGA e delle ARGA di Emilia Romagna, Veneto, Lazio e Toscana hanno successivamente partecipato al convegno su “L’insostenibile leggerezza della comunicazione ambientale” promosso dalla Ferpi e dal suo delegato per la comunicazione ambientale Sergio Vazzoler che ha presentato a Zalambani e Stelluto  il suo “Libro bianco sulla comunicazione ambientale” mentre ai partecipanti è stato mostrato anche lo speciale della prestigiosa rivista di Arpae Emilia Romagna “Ecoscienza” tutto dedicato allo stesso tema. Il convegno si è avvalso tra gli altri dei contributi di Edoardo Vigna del Corriere della Sera, di Cristina Nadotti di La Repubblica e di Jacopo Diliberto de Il Sole 24 Ore. Insieme a Stelluto e Zalambani erano presenti i nostri giornalisti specializzati Luisella Meozzi, Paola Scarsi e Claudia D’Angelo. Se comunicare, con consapevolezza e efficacia, i temi ambientali rappresenta un fattore strategico, tanta strada occorre percorrere perchè la transizione ecologica e energetica si alimenti di un’informazione aggiornata e fruibile. I giornalisti specializzati hanno dato un segnale forte nella speranza che i protagonisti della politica, dell’economia e della società civile lo sappiano cogliere dando soprattutto ai giovani giornalisti nuove opportunità di lavoro. Fin d’ora è stato preso l’impegno di ritrovarci tutti a Ecomondo 2023, dal 7 al 10 novembre 2022. contando sulla disponibilità ed efficienza dei bravissimi colleghi dell’ufficio stampa di Iegexpo.

 

EIMA BOLOGNA 2022 E’ STATO UN EVENTO GLOBALE PER LA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA, MA ANCHE PER LA STAMPA SPECIALIZZATA

Fabrizio Salce intervista il Ministro Francesco Lollobrigida

La forte partecipazione di giornalisti italiani e di ogni continente a Eima 2022, svoltasi nel quartiere fieristico di Bologna dal 9 al 13 novembre 2022, ha confermato come la grande rassegna della meccanizzazione agricola sia stato un evento globale anche per la stampa specializzata. L’efficiente ospitalità e professionalità dell’Ufficio stampa di Federunacoma ha consentito ai colleghi di UNARGA, di ENAJ e delle ARGA di vivere in modo intenso e utile le giornate espositive. 

Il Presidente e il Direttore Generale di FederUnacoma Alessandro Malavolti e Simona Rapastella

Alcuni numeri rendono meglio di tante descrizioni il livello raggiunto da questa fiera, la più importante in assoluto che si svolge in Italia e che ha raggiunto i 45 anni di vita tutti contraddistinti dalla partecipazione della stampa agricola italiana, gruppo di specializzazione della Federazione Nazionale della Stampa. Nei primi decenni erano migliaia solo nel nostro Paese le testate di settore, oggi i maggiori spazi comunicativi sono riservati ai siti e ai giornali on line per non parlare della diffusione esponenziale dei social anche a livello aziendale. 1.500 case costruttrici, 480 delle quali estere in rappresentanza di 40 Paesi con visitatori di 160 Paesi. 14 settori merceologici, 5 saloni tematici,60 mila modelli esposti. A fare gli onori di casa ai colleghi la Presidente di ENAJ Lisa Bellocchi, il Presidente di UNARGA Roberto Zalambani e il Presidente del Comitato scientifico nazionale Mimmo Vita, della cui Segreteria fa parte il collega Fabrizio Salce Parisotto che ha intervistato, tra gli altri, in esclusiva,nella giornata dell’11 novembre 2022, il neo Ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare Francesco Lollobrigida. Tantissimi i colleghi delle ARGA che si sono alternati durante le giornate fieristiche in particolare dei comitati scientifici: da Emilio Bonavita a Stefano Bugamelli, da Alessandro Maresca a Pierluigi Nanni, da Gabriella Pirazzini a Elisabetta Gori, a Paola Scarsi e tanti altri.

Il Presidente di Umbria Fiere Stefano Ansideri

Tra i numerosi appuntamenti per la stampa, segnaliamo in particolare la presentazione, da parte di Agrirobot GPS di Limena (PD) di un trattore elettrico, denominato OXE-E  che funziona senza batterie e che si alimenta via cavo, un robot a guida senza operatore in grado di fare l’aratura, di dissodare il terreno, di preparare il letto di semina, di seminare. Il collega Alessandro Maresca, Tesoriere di ARGA Emilia Romagna Marche Umbria e San Marino ha presentato, nella giornata del 9 novembre 2022, tre libri Edagricole: “Strategie irrigue per combattere la siccità”, “Come progettare l’irrigazione degli spazi verdi” e “La gestione pratica dell’irrigazion e del verde”. Per la prima volta i giornalisti specializzati hanno incontrato il Presidente di UmbriaFiere Stefano Ansideri che ha presentato in anteprima la 54a edizione di Agriumbria che si terrà nel quartiere fieristico di Bastia Umbra dal 31 marzo al 2 aprile 2023 e vedrà come sempre, nella prima giornata, la partecipazione di una folta delegazione di giornalisti specializzati di UNARGA e delle ARGA che ringraziano in particolare la direzione e il servizio stampa del collega Alessandro Maurilli per la sempre puntuale assistenza e collaborazione. La presentazione è stata arricchita da un intervento di Francesca Todisco, docente di idraulica agraria e sistemazione idraulico-forestale dell’Università di Perugia su Strategie e tecnologie per la gestione delle risorse idriche in agricoltura. 

 

 

 

 

 

ECOMONDO: NELLA GIORNATA DELL’11 NOVEMBRE 2022 UNARGA E MINISTRO PICCHETTO FRATIN

Il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin sarà venerdì 11 novembre a RiminiFiera per Ecomondo e Key Energy per il suo primo incontro con le aziende, le associazioni di settore, il mondo della ricerca e i media.

Nel corso della mattinata si svolgeranno due momenti di approfondimento sotto il titolo “L’insostenibile leggerezza della comunicazione ambientale” coordinati da Sergio Vazzoler, co-curatore del Libro bianco sulla comunicazione ambientale e del recente “L’anello Mancante-La comunicazione ambientale alla prova della transizione ecologica”.

Alle ore 11:15, dopo una provocazione introduttiva del filosofo e comunicatore scientifico Telmo Pievani, su “Ambiente e comunicazione scientifica: uno vale uno?”, con il coordinamento di Marco Frittella della Rai, interverranno, tra gli altri, Edoardo Vigna del Corriere della Sera, Cristina Nadotti de La Repubblica e Jacopo Giliberto de Il Sole 24 Ore.

Organizzano Ferpi e Assoambiente con il patrocinio di UNARGA FNSI, rappresentata dal Presidente Roberto Zalambani, che svolgerà un intervento, e altri colleghi di varie ARGA, tra le quali Emilia Romagna, Veneto Toscana e Lazio. Non solo il Ministro ma anche il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica – ex MiTE – sarà presente a Ecomondo dall’8 all’11 novembre 2022, con uno stand dedicato dove poter seguire eventi, tavole rotonde, incontri ma anche attività di formazione e divulgazione aperte ai giornalisti.

NEWPORT (GALLES): LA NAZIONALE ITALIANA FORMAGGI PLURIPREMIATA AI CAMPIONATI MONDIALI

di Gabriele Arlotti, giornalista ARGA UNARGA

La Nazionale italiana formaggi, Cheeseitaly centra i primi due Super Gold della sua storia al campionato mondiale dei formaggi, il World Cheese Awards, conclusosi a Newport (Galles) il 3 novembre 2022.
Merito del Caciocavallo Silano Dop e della Stracciatella affumicata del Caseificio Artigiana – D’Ambruoso Francesco.
“Sono ben 16 le medaglie che si è aggiudicato il nostro gruppo: 2 Super Gold, 2 ori, 6 argenti e 5 bronzi – spiega Doris Corsini, project manager del Consorzio Conva – Cheeseitaly – e crediamo che questo sia un vanto per le produzioni casearie artigianali italiane che in un contest internazionale di questa portata (erano 4400 i formaggi in gara) è salita in Galles con 46 tra le migliori eccellenze lattiero casearie nazionali. Diciamo grazie a casari, maestranze e produttori di questi meravigliosi prodotti. Hanno tenuto i colori di un settore che dà lavoro a migliaia di persone”.
Non sono mancate le sorprese, tra i 250 giurati di 40 paesi del mondo. In questa edizione sono risultati premiati in particolar modo i formaggi saporiti.
Il Caseificio Artigiana – D’Ambruoso Francesco ha conquistato anche una medaglia d’argento con la Crema di Rugiada, onorificenza che si sono aggiudicati pure i formaggi Asiago Fresco DOP dei caseifici Granterre, il Gorgonzola Dop dolce Gran Riserva Leonardi al Cucchiaio di Igor Gorgonzola, Amore di Capra Il Carro S.R.L., formaggio ovi-caprino Il Galeotto di La Quercia Srl e il Brenta Selezione oro stagionato 9 e 10 mesi delle Latterie Vicentine Sca.
Le medaglie di bronzo sono state conferite all’Asiago Dop fresco Riserva dei caseifici Granterre, Squacquerone di Romagna Dop del Caseificio Comellini Spa, Pecorino Toscano Dop stagionato 12 mesi del Caseificio Sociale Manciano, il Brenta selezione oro e Brenta Selezione oro oltre i 12 mesi delle Latterie Vicentine Sca.

LIVORNO: WINE DESTINATION ITALIA PRESSO IL TERMINAL CROCIERE DAL 12 AL 13 NOVEMBRE 2022

di Franco Polidori, Presidente ARGA Toscana e componente della Giunta UNARGA

Wine Destinations Italia è un progetto innovativo nel panorama dell’enoturismo, che intende dar voce ad una necessità ormai dichiarata valorizzare, il legame indissolubile tra vino e territorio; una combinazione/sovrapposizione vincente che fa dell’Italia “la destinazione del vino” per eccellenza.
Le Destinazioni del Vino Italiane daranno vita ad un giro d’Italia unico, alla scoperta di territori straordinari quali ad esempio le 5 Terre, Bolgheri, Suvereto, il Chianti, Montepulciano, la Maremma, il Chianti Classico, Il Sannio, l’Irpinia, i Colli Orientali del Friuli, la Valpolicella, la Valtellina e molte altri.
Saranno dedicati due momenti speciali alle cantine italiane premiate nella Top 100 del concorso mondiale sull’enoturismo WBV – World’s Best Vineyards 2022 svelate ad ottobre. Sabato 12 novembre 2022 alle ore 11:30 ci sarà la premiazione al pubblico con le Cantine Italiane presenti per ricevere il riconoscimento dalle Istituzioni.
Il ciclo di Masterclass I 4 Elementi, 4 Degustazioni: Aria I vini di altura e di montagna, Acqua i vini degli abissi e del mare, Terra i vini delle terre d’Oriente, Fuoco i vini dalle terre vulcaniche. Masterclass realizzate in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino Italia e la Banca del Vino.
Wine Destinations Italia, si rivolge ad un pubblico selezionato di operatori del settore, di enoturisti, di amanti della sostenibilità e della natura, di comunicatori e di operatori della stampa specializzata, che vogliono incontrare i produttori artefici delle esperienze e scoprire le molteplici opportunità dei territori.
L’evento sarà caratterizzato da molteplici focus con i protagonisti dell’Enoturismo Italiano come Il Movimento Turismo del Vino Italia, l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, l’Ass0ciazione Nazionale Città del Vino, l’Associazione Nazionale Travel Blogger, Banca del Vino, Vetrina Toscana, l’Associazione Nazionale Borghi più Belli d’Italia.
I partecipanti potranno incontrare i produttori e prenotare le esperienze per viverle nei mesi successivi direttamente in azienda.
La Scuola Europea Sommelier di Livorno è il promotore e organizzatore principale della manifestazione. La delegata Carmen Licata afferma “un approccio nuovo per il mondo del vino che possa integrare: territorio, prodotto e turismo”;  Simone Nannipieri responsabile dell’evento per conto della Scuola Europea Sommelier Livorno: “innovare per il futuro dell’Enoturismo coinvolgendo le cantine e tutti i protagonisti del territorio”. Anche UNARGA e ARGA Toscana saranno presenti alla premiazione del 12 novembre 2022.

EIMA INTERNATIONAL VETRINA MONDIALE DELLE MACCHINE AGRICOLE. UNARGA MEDIA PARTNER

LE SFIDE DELLA COMUNICAZIONE AMBIENTALE: DUE CORSI FPC DI ARPAE E ODG EMILIA-ROMAGNA IN COLLABORAZIONE CON UNARGA E FNSI

di Stefano Folli, Direttore responsabile Ecoscienza, rivista di Arpae Emilia-Romagna, e www.arpae.it

Mai come oggi sembra che la questione della tutela dell’ambiente sia in primo piano: la transizione ecologica diventata quasi un mantra, l’enfatizzazione degli aspetti green nella presentazione dei prodotti e delle aziende, l’attenzione crescente all’impatto sulla salute dei problemi ambientali. Ma a ben guardare, la posta in gioco con le sfide ambientali odierne è talmente alta che l’attenzione comunicativa non può ancora essere ritenuta sufficiente. I rischi di non garantire condizioni di vita accettabili per gran parte della popolazione, di favorire nuove epidemie o pandemie, di avere – a causa dei cambiamenti climatici – eventi meteo estremi così frequenti da non permettere di adottare adeguate misure di adattamento e protezione sono così elevati che nessun impegno comunicativo può sembrare eccessivo.
Chi si occupa di comunicazione ambientale deve riuscire a gestire un difficile equilibrio tra diverse esigenze. In primo luogo, va considerata l’intrinseca complessità dei fenomeni riguardanti la sfera ambientale: si intrecciano considerazioni di carattere scientifico, economico, sociale e politico e dimenticare o tralasciare anche solo una di queste dimensioni rischia di inficiare qualsiasi discorso. La necessaria semplificazione, per far capire a tutti la posta in gioco e le possibilità di modificare la situazione, non deve tradursi in una banalizzazione che rischia di sminuire la validità del discorso. Per comunicatori, divulgatori scientifici, professionisti dell’informazione e green influencer la sfida è quanto mai attuale: veicolare i giusti contenuti, scegliere gli strumenti più adeguati, adottare le modalità e i toni più idonei sono tutte azioni che richiedono competenza, studio e dedizione.
I giornalisti in particolare hanno un ruolo chiave nel presentare dati, analisi e prospettive. L’inserimento di alcune indicazioni nel Testo unico deontologico rispetto all’informazione scientifica e sanitaria evidenzia la responsabilità degli operatori dell’informazione rispetto a temi delicati (evitare il sensazionalismo, dare conto delle diverse posizioni in campo, verificare con fonti qualificate le notizie) e la loro esigenza di una costante formazione.
Nell’offerta formativa per i giornalisti non possono perciò mancare momenti di approfondimento dedicati alle diverse tematiche ambientali. È importante per tutti, non solo per chi si occupa in primo luogo di ambiente, riuscire a orientarsi rispetto a dati e informazioni sempre più copiosi e rilevanti. Serve un confronto tra chi a livello tecnico e scientifico produce i dati ambientali e chi professionalmente si occupa di farli conoscere e capire a un pubblico più vasto. In questo modo si può avviare un dialogo che aiuti a tenere in considerazione le esigenze reciproche, prevenga possibili incomprensioni e interpretazioni non corrette e faccia crescere la cultura scientifica.
Anche per contribuire a questo obiettivo, Arpae Emilia-Romagna, insieme all’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna, alla Fondazione OdG e in collaborazione con UNARGA-FNSI, ha organizzato due giornate di formazione sul tema “Conoscere e usare i dati ambientali” in cui alcuni tecnici impegnati quotidianamente nell’analisi e nell’interpretazione dei fenomeni ambientali presenteranno il loro lavoro nei più avanzati campi di ricerca: ambiente e salute, qualità dell’aria, cambiamenti climatici, mare, campi elettromagnetici.
Arpae continuerà anche in futuro a proporre altre iniziative per contribuire ad aumentare la consapevolezza e la competenza dei giornalisti.